Cerca nel blog

martedì 18 aprile 2017

BLUE RESPONSIBILITY: L'INDUSTRIA TEDESCA AFFRONTA IL PROBLEMA MACROECONOMICO DEI PLAGI NEL SETTORE DEI SANITARI

L'industria dei sanitari nel mirino di azioni illegali che minacciano la salute dei consumatori e pregiudicano i diritti delle imprese, con danni stimati in oltre 50mld di Euro per l'industria di marca nel suo complesso





Milano, 18 aprile 2017. I danni causati dalla contraffazione degli articoli di marca in Germania si aggirano intorno ai 50 miliardi di euro. 
Si perdono posti di lavoro e le riduzioni del fatturato rappresentano una sfida enorme per le aziende. 

Contemporaneamente i consumatori devono fare i conti con una scarsa qualità, con l'usura e addirittura con i rischi per la salute. 


L'industria tedesca dei sanitari combatte contro le falsificazioni dei prodotti di marca assumendo un forte impegno nella creazione di articoli di qualità, promuovendo produzioni ecocompatibili, offrendo garanzie e trasparenza nella gestione del personale.


A prima vista in quanto a forma, colore e funzione sembrano identici, ma un secondo sguardo e l'utilizzo rivelano che il prodotto non è lo stesso. 

La contraffazione degli articoli di marca perseguita i produttori di sanitari da decenni. 
Le progressive tendenze come la globalizzazione, Internet e gli strumenti tecnici, quali ad esempio le stampanti 3D, favoriscono lo sviluppo dei plagi. 

"I falsi non rappresentano un'alternativa conveniente in termini di prezzo rispetto all'originale. Sono semplicemente un inganno, che sembra inoffensivo ma che invece comporta rischi incalcolabili", sostiene Wolfgang Burchard, portavoce di Blue Responsibility, l'iniziativa tedesca impegnata nel proporre soluzioni sanitarie sostenibili e nell'ideazione della stanza da bagno di domani.


Minaccia per l'economia "I plagi disturbano la catena del valore aggiunto", conferma anche Dirk Lückemann di Schell. "I prodotti sono sviluppati con procedimenti dispendiosi, attraversano cicli di produzione e richiedono talvolta un reinvestimento"

In questo processo la falsificazione dei prodotti di marca rappresenta un'enorme minaccia: Il plagio vanifica gli investimenti nella ricerca e nello sviluppo. 


In Germania sono stati così distrutti migliaia di posti di lavoro qualificati, ponendo le aziende di fronte a grandi sfide. "Partiamo dal presupposto che senza tanti plagi potremmo creare circa 100 nuovi posti di lavoro", spiega Andreas Dornbracht dell'omonima azienda. 

Anche se si riesce a preservare i posti di lavoro, le perdite economiche causate dalla pirateria causano un notevole ammanco: secondo uno studio del 2015 della Ernst & Young, i danni per le aziende tedesche si aggirano attorno ai 56 miliardi di euro all'anno.

Apprezzamento degli originali Oltre a produttori di sanitari, distributori ed installatori, anche i consumatori finali sono interessati da considerevoli rischi di sicurezza in quanto i plagi sono di qualità insufficiente rispetto ai prodotti originali. "I nostri prodotti entrano in contatto con il nostro bene più prezioso: l'acqua potabile, l'unico alimento insostituibile. 


Pertanto attribuiamo molto valore alla soddisfazione di tutti i requisiti, fin nei minimi dettagli", dichiara Christoph Weis di Neoperl. In Germania l'industria e le aziende d'installazione sono obbligate a utilizzare solo materiali che rispettino le norme e quindi che garantiscano la purezza dell'acqua potabile. Ma i prodotti contraffatti solo raramente hanno i requisiti richiesti per materiali e pigmenti nel settore dell'acqua potabile. 

"La quantità di metallo vecchio nei plagi è spesso elevata. Le leghe in ottone contengono troppo piombo, nichel e cadmio che provocano reazioni allergiche e nel lungo periodo addirittura danni agli organi", afferma Dirk Lückemann. Inoltre i prodotti falsificati favoriscono la trasmissione d'infezioni: una valvola di ritegno ad esempio, rappresenta un rischio per l'inquinamento batterico nell'intero impianto dell'acqua potabile.


Materiali pessimi che influiscono sulla qualità dell'acqua potabile, la stabilità meccanica insufficiente e i rischi di lesioni non rappresentano solo un pericolo per la salute, ma comportano anche notevoli danni d
'immagine per le rispettive aziende. Il design può naturalmente essere copiato a grandi linee, ma non la qualità della manifattura. 


Sempre maggiori iniziative contro la contraffazione degli articoli di marca È bene avere fiducia, ma controllare è ancora meglio. In linea con questo motto, i fornitori di prodotti sanitari tedeschi, come ad esempio Neoperl, eseguono ispezioni regolari durante le fiere e monitorano attentamente gli sviluppi dei mercati in Asia e in particolare in Cina. 


In caso di violazione dei diritti di proprietà, si procede per vie legali contro i produttori e anche contro i fornitori. 

L'obiettivo è quello eliminare i plagi in modo permanente dal mercato."Un prezzo troppo basso è sempre un grave indizio", spiega Veit Szpak di Mepa. Molti plagi sono inoltre riconoscibili dalla mancanza dei marchi di controllo. 

"E naturalmente dalla scarsa qualità di materiali e lavorazione. Ma per i clienti finali questi aspetti sono molto difficili da rilevare." Se vogliono andare sul sicuro rimane loro solo la possibilità di rivolgersi ad aziende che acquistano i loro prodotti dai distributori all'ingrosso realmente specializzati. Oggi con la pratica degli acquisti online, il rischio di imbattersi in un plagio è ancora più elevato".


L'obiettivo è produrre in modo sostenibile Proprio per i materiali di scarsa qualità e le sostanze inquinanti e nocive per la salute, i plagi non soddisfano assolutamente le esigenze della sostenibilità. L'usura precoce non è economicamente quantificabile. 


Inoltre la mancanza di garanzia dei plagi non prevede diritti di recesso per gli utilizzatori, con la conseguente insoddisfazione del cliente. Anche dal punto di vista della sicurezza possono insorgere problemi, ad esempio quando l'acqua viene alterata dall'inserimento di prodotti non originali. I plagi non sono pertanto economicamente, ecologicamente o socialmente sostenibili. 

"Dobbiamo difenderci contro la progressiva contraffazione degli articoli di marca", afferma Wolfgang Burchard


Una misura efficace, ad esempio, è rappresentata dalle ispezioni doganali condotte in occasione di ISH, fiera leader mondiale per il mondo del bagno che si svolge a Francoforte. 

Ispezioni attivate a partire dal 2007 e che hanno condotto negli anni al sequestro di oltre 200 prodotti.
______________________________________________________________

Blue ResponsibilityBlue Responsibility - Soluzioni sanitarie sostenibili è un'iniziativa nata nel 2009 ad opera della VDMA Fachverband Armaturen (Associazione costruttori tedeschi macchine e impianti specializzata in rubinetterie) e dall'IndustrieForum Sanitär (IFS) (Forum dell'industria sanitaria). 


Sotto la loro egida, importanti aziende tedesche del settore sanitario forniscono informazioni in merito alle molteplici soluzioni tecniche che soddisfano l'esigenza di un uso sostenibile delle risorse idriche. 


L'iniziativa Blue Responsibility – Soluzioni sanitarie sostenibili è sostenuta attualmente da 17 produttori: Burgbad, Dornbracht, Franke Aquarotter, Geberit, Honeywell, Ideal Standard, Kaldewei, Kemper, Keramag, Keuco, Kludi, Mepa, Neoperl, Oventrop, Schell, Syr e Viega.



--
www.CorrieredelWeb.it

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI