Cerca nel blog

domenica 2 aprile 2017

AUTISMO - Oggi la IX Giornata Mondiale della consapevolezza: disturbo complesso ma gestibile quando la diagnosi è precoce

Con Anief ed Eurosofia, più di 500 partecipanti tra docenti, educatori, genitori ai seminari ABA sul metodo comportamentale. Il prossimo anno previsto il rinnovo della campagna formativa nelle scuole che ha visto alternarsi specialisti, accademici e operatori del settore. L’evento odierno deve essere l’occasione per avvicinarci tutti a un disturbo visto troppo spesso a torto come un ‘marchio’, anziché un problema del neurosviluppo caratterizzato dalla compromissione dell'interazione sociale e da deficit della comunicazione. Da affrontare con approcci e norme adeguate. Ecco perché la giornata deve essere divulgazione e diffusione d’informazione, attraverso questo e tanti altri momenti dedicati, come la formazione a Famiglie, agli Insegnanti, agli Operatori Sanitari e Socio assistenziali.

Marcello Pacifico, chiede al Governo di ritirare, in questo giorno simbolico, la delega sul sostegno della ‘Buona scuola’ per evitare il caos delle certificazioni e il diniego del diritto allo studio, all’integrazione, all’istruzione che può essere garantito anche attraverso il docente specializzato. Il Miur, oltre a promuovere iniziative lodevoli in questa giornata, dovrebbe prendere atto anche dell’illegittimità del nuovo decreto delegato così come presentato in Parlamento. Bisogna che riconosca come tutti i 52mila posti in deroga, ormai da diversi anni, debbano finalmente essere trasformati in organico di diritto. Speriamo che questa giornata dia finalmente ascolto a tale importante necessità.

Oggi, 2 Aprile, si celebra la “IX Giornata Mondiale della consapevolezza per l’autismo”: è l’occasione per avvicinarci tutti a un disturbo visto troppo spesso, a torto, come un “marchio”, anziché un problema del neurosviluppo caratterizzato dalla compromissione dell'interazione sociale e da deficit della comunicazione. L’intero globo si muoverà attorno a questa problematica: da Sidney a Roma, colorando di blu monumenti, edifici, abitazioni e cielo con migliaia di fantastici palloncini.

L’autismo è un disturbo complesso, caratterizzato da gravi problemi nella sfera della comunicazione, del comportamento e dell’interazione con gli altri. Nelle forme più gravi, le persone affette non parlano, tendono a isolarsi e presentano comportamenti stereotipati e disabilità intellettuali. Ci sono però anche forme più leggere in cui, nonostante i problemi nella comunicazione, le capacità intellettive e di linguaggio non sono compromesse.

Oggi, quasi sempre l’autismo è gestibile: si può garantire a questi bambini e adolescenti una buona qualità di vita, se però si interviene con tempestività e incisività, grazie a nuovi strumenti educativi più efficaci e concreti. Ecco perché la giornata mondiale dedicata all’Autismo deve essere divulgazione e diffusione d’informazione, attraverso questo e tanti altri momenti dedicati, come la formazione a Famiglie, agli Insegnanti, agli Operatori Sanitari e Socio assistenziali.

Il sindacato Anief, insieme all’ente di formazione Eurosofia, ha promosso più di quindici sessioni formative in questi anni sul metodo ABA, con oltre cinquecento partecipanti tra docenti, educatori e genitori, e riproporrà gli incontri a tutte le scuole del Territorio il prossimo anno. In tale prospettiva, prosegue il lavoro incessante del sindacato che, non solo attiva percorsi di formazione, ma lotta incessantemente per il diritto all’istruzione e all’inclusione di tutti gli studenti con bisogni educativi speciali.

Ma quella di oggi passerà alla storia anche come la giornata dei Nuovi Lea: si parla di “diagnosi precoce, cura e trattamento individualizzato, integrazione nella vita sociale e sostegno per le famiglie”, nella nuova legge sull’autismo (134/2015). Tuttavia, il testo è “obsoleto” se non addirittura “irricevibile” e in contrasto con la Convezione Onu sui diritti delle persone con disabilità, e tante sono le critiche mosse dalle associazioni. Il sindacato rileva, a tal proposito, l’uso inappropriato del concetto di disabilità e di assistenza – “obsoleto”, appunto – espresso dal decreto, ancora concentrato sulla “menomazione” e disattento al contesto e alle potenzialità. 

Questa giornata, resta, in ogni caso, l’occasione per mettere insieme le istituzioni pubbliche con le associazioni del volontariato, il sapere accademico con i progetti delle strutture sanitarie, le attività dei comuni con le associazioni dei genitori in una comune prospettiva di crescita formativa e culturale.

Secondo Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief e segretario confederale Cisal, il Miur, “oltre a promuovere iniziative lodevoli, nella giornata sulla consapevolezza dell’Autismo dovrebbe prendere atto anche dell’illegittimità del nuovo decreto delegato così come presentato in Parlamento, che obbliga più di 260mila famiglie, tra cui anche quelle con bambini autistici, a rifare le certificazioni secondo i nuovi parametri dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Bisogna che riconosca come tutti i 52mila posti in deroga, ormai da diversi anni, debbano essere trasformati in organico di diritto. Senza continuare a lasciare il 30 per cento delle risorse umane scoperto e in supplenza. Speriamo che in questa giornata – conclude Pacifico - si dia finalmente ascolto a tale importante necessità”.


La migliore lettura di questa giornata può essere data da una alunna e dalla lettera che ha scritto, pubblicata in un post dalla sua insegnante in rete su Facebook.

Nessun commento:

Posta un commento

Disclaimer

www.CorrieredelWeb.it e' un periodico telematico senza scopi di lucro, i cui contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali industrie dell'editoria o dell'intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Societa' dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete. In questo la testata ambisce ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.


Pur essendo normalmente aggiornato piu' volte quotidianamente, CorrieredelWeb.it non ha una periodicita' predefinita e non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 7.03.2001.


L'Autore non ha alcuna responsabilita' per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone. L'Autore si riserva, tuttavia, la facolta' di rimuovere quanto ritenuto offensivo, lesivo o contraro al buon costume.


Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive. Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio. Eventuali detentori dei diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvedera' all'immediata rimozione o citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.


Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.





Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons Creative Commons License






CorrieredelWeb.it è un'iniziativa di Andrea Pietrarota, Sociologo della Comunicazione, Public Reporter, e Giornalista Pubblicista




indirizzo skype: apietrarota



CONTATTI