CorrieredelWeb.it Arredo&Design Arte&Cultura Cinema&Teatro Eco-Sostenibilità Editoria Fiere&Sagre Formazione&Lavoro Fotografia


IltuoComunicatoStampa ICTechnology Marketing&Comunicazione MilanoNotizie Mostre Musica Normativa TuttoDonna Salute Turismo




Ultime news di Salute, Sanità, Benessere e Medicina

Cerca nel blog

lunedì 28 novembre 2016

ALL'OSPEDALE  PERTINI BAMBINI IN PRIMO PIANO
CON LA ONLUS «L'ARCOBALENO DI MARIKA». 


Lo scorso 28 novembre una nuova incubatrice è stata consegnata al nosocomio romano da L'Arcobaleno di Marika, la onlus impegnata
nel  facilitare l'apprendimento precoce dei bambini.

Si chiama «L'Arcobaleno di Marika» ed è la onlus che insieme all'Unione Cattolica Artisti Italiani ha contribuito alla realizzazione del cd «Pace a Voi» di Claudia Koll e della sua associazione «Le Opere del Padre», edito dalla Periodici San Paolo in occasione del Giubileo.

«L'Arcobaleno di Marika» (www.arcobalenodimarika.it) è in prima linea con l'acquisto di nuove incubatrici, di cui la seconda, che il 28 novembre alle ore 15.00 è stata ufficialmente donata all'Ospedale Pertini di Roma.

La prima incubatrice era stata donata all'Istituto Le Figlie di San Camillo di Grottaferrata e la terza è stata donata all'Ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli a dicembre.

«La donazione delle incubatrici è uno dei nostri progetti più preziosi» commenta Raffaella Di Landa, presidente de «L'Arcobaleno di Marika», i cui valori fondamentali sono: facilitare l'apprendimento precoce di tutti i bambini in una cornice ludica e  promuovere la famiglia come fulcro della società.

La onlus promuove attività che spaziano dallo sport alla musica, dall'arte all'istruzione, con particolare riguardo all'apprendimento delle lingue straniere in età precoce.

E poi ancora «L'Arcobaleno di Marika» si occupa anche di organizzare iniziative socio-culturali, incontri, manifestazioni, convegni e corsi di formazione rivolti non solo ai bambini ma anche ai genitori e ai docenti.

domenica 27 novembre 2016

Situazione sanitaria area di Taranto: il ministro Beatrice Lorenzin istituisce tavolo di lavoro

Roma, 27 novembre 2016 - Con riferimento alle notizie apparse sugli organi di stampa relative la mancata approvazione di un emendamento al DDL di bilancio finalizzato ad attribuire risorse aggiuntive alla Regione Puglia per meglio affrontare le criticità sanitarie dell’area di Taranto, nonché la richiesta di deroga dall’applicazione nella medesima aerea territoriale delle disposizioni del decreto ministeriale n. 70 del 2015 recante Regolamento recante definizione degli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e quantitativi relativi all'assistenza ospedaliera, il Ministero della salute precisa quanto segue.

Preliminarmente occorre evidenziare che per derogare alle disposizioni del decreto ministeriale n. 70/2015 (di natura regolamentare) non è necessaria una norma di rango primario e, quindi, una modifica apportata attraverso una norma di legge, bensì è sufficiente operare una modifica dello stesso decreto ministeriale attraverso la medesima fonte regolamentare.
 
Il prossimo 7 dicembre saranno presentati presso l’Istituto superiore di sanità i risultati di uno studio epidemiologico, finanziato dal Ministero della salute, che darà evidenza dell’effettiva situazione sanitaria dei cittadini residenti nell’area di Taranto. 

In attesa della pubblicazione dei risultati dello studio condotto dall’Istituto superiore di sanità, il Ministro della salute, Beatrice Lorenzin, ha già disposto l’apertura di un Tavolo di confronto tra Regione Puglia, le altre istituzioni locali interessate, i tecnici della Direzione generale della programmazione sanitaria del Ministero della salute  e dell’ISS, al fine di approfondire le esigenze correlate alla situazione ambientale-sanitaria dell’area di Taranto, anche nell’ottica di valutare l’esistenza dei presupposti tecnico-scientifici e giuridici che consentano di approntare una deroga al decreto ministeriale n. 70 del 2015.

venerdì 25 novembre 2016

GOLOSI DEL PROPRIO BENE. OBESITÀ ED EQUILIBRIO (Forlì, 2 dicembre)

GOLOSI DEL PROPRIO BENE. OBESITÀ ED EQUILIBRIO


Tutti abbiamo bisogno di uscire da una qualche prigione.
Il teatro può rappresentare un percorso di liberazione, fino alla consapevolezza
e al riconoscimento della bellezza. Fino a diventarne golosi, golosi della vita.
VENERDI’ 2 DICEMBRE ore 18:OO
Palazzo Albicini –“ La Scranna” C.so Giuseppe Garibaldi, 80 – Forlì
Relatori:
Alberto Zaccaroni – Responsabile Chirurgia bariatrica Ausl Romagna
Dario Bettini – Chirurgo bariatrico e musicista
Caterina Rondelli – Psicologa e psicoterapeuta
Antonella Liverani – Psicologa e psicoterapeuta
Giuseppe Benati – Nutrizionista
Melissa Righi – Dietista
Paolo Frapoli – Imprenditore e cantante lirico (ex obeso)
Saluti istituzionali del Comune di Forlì.


Introduzione a cura di Denio Derni (Insegnante e regista teatrale) e Stefania Polidori (voce recitante)
con accompagnamento del dott. Dario Bettini al sassofono e Michele Scucchia al pianoforte.
Tutti gli intervenuti riceveranno l’invito gratuito a partecipare alla Gara Podistica non competitiva della solidarietà “Run to end Polio Now” il 7 maggio 2017 e una tessera sconto del negozio L’Apebianca di Forlì. Per questioni organizzative è gradita la conferma entro il 30 novembre chiamando i numeri: 334 6534438 oppure 347 3904991. A conclusione dell’incontro ricco buffet.

giovedì 24 novembre 2016

Le cefalee un male che colpisce 5 milioni di persone in Italia



3310A10A4199C1E7422E94FBC34F9CA1DCE2FD5951C3C2B4D7pimgpsh fullsize distr
      
Bologna,  24 novembre 2016
   
IN OCCASIONE DEL CONGRESSO NAZIONALE DEDICATO ALLA CEFALEA ORGANIZZATO CONGIUNTAMENTE DA ANIRCEF E SISC (ASSOCIAZIONE NEUROLOGICA ITALIANA PER LA RICERCA SULLE CEFALEE, SOCIETÀ ITALIANA PER LO STUDIO DELLE CEFALEE)
A BOLOGNA DAL 24 AL 26 NOVEMBRE
Intervista al Prof. Pietro Cortelli, Presidente del Congresso e Responsabile scientifico del Centro Cefalee, IRCCS Istituto delle Scienze Neurologiche di Bologna

La cefalea è un sintomo che fa parte di diverse sindromi e diverse malattie. 

Partendo da questo sintomo si può giungere a delle diagnosi differenziali molto complesse che sono di pertinenza neurologica. 

La grande distinzione è tra cefalea primaria e cefalea secondaria. 

Per quest'ultima solitamente, attraverso opportuni esami strumentali, si riesce a individuare la causa. 

La cefalea primaria invece è rappresentata da emicrania, cefalea tensiva o cefalea a grappolo: delle tipologie nelle quali il dolore in sé è già la malattia. 

L'emicrania, la forma più comune, colpisce dal 9 al 18% della popolazione generale, molto più le donne degli uomini, tra la fascia d'età post puberale e pre menopausa.
  1. Emicrania Cronica: circa 5 milioni in Italia ne soffrono, prevalentemente donne. Qual è l'incidenza in Emilia Romagna?
L'emicrania cronica, caratterizzata da un dolore che si protrae per più di 15 giorni al mese e che si associa ad un alto consumo di analgesici, colpisce circa 1-2% della popolazione generale. 
  1. Tra le tante novità presentate e discusse al Congresso, anche l'impiego della tossina botulinica per il trattamento dell'emicrania cronica. A tre anni dalla sua approvazione in questa specifica indicazione, è ancora una soluzione poco nota ai non addetti ai lavori. Di che si tratta e quali i vantaggi?
La tossina botulinica è un'ottima terapia dell'emicrania cronica. Lo studio PREEMPT ne ha dimostrata l'efficacia rispetto al placebo e, inoltre, da più di tre anni nei nostri centri la applichiamo quotidianamente alla terapia dell'emicrania cronica. Ci siamo dunque fatti una forte esperienza sul campo che ha permesso di redigere un documento congiunto SISC e ANICEF che sarà origine di un importante confronto al Congresso di Bologna e che raccoglie le principali evidenze 
  1. Per gli esperti, invece, è già una pratica clinica consolidata. Al Congresso sarà fatto un punto sullo stato dell'arte dell'impiego di questo trattamento, a partire dal coinvolgimento dei principali centri italiani in uno studio. Ci spiega di che si tratta e quali i dati/le evidenze più rilevanti?
Lo studio ha previsto l'invio di un questionario a circa 100 centri sul territorio italiano, di cui oltre il 70% ha dato risposta. L'idea, al momento, è che 
  1. L'Emilia Romagna rappresenta un'eccellenza sul territorio italiano per numero ed expertise dei centri coinvolti. Cosa contraddistingue il lavoro dei centri di Bologna, Modena, Parma e Ravenna? 
Il motivo principale è che questi centri sono uniti in una rete regolata da un PDTA (Piano Diagnostico Terapeutico Assistenziale) regionale, con un lavoro di squadra e ottimi rapporti interpersonali. Queste condizioni ci permettono






--
www.CorrieredelWeb.it

SICUREZZA NEGLI OSPEDALI, LA DENUNCIA DI MANCA (COR)

Il vicepresidente della Commissione Sanità e consigliere regionale dei Conservatori e Riformisti, Luigi Manca, ha presentato un'interrogazione al presidente Emiliano

 

Terremoti e incendi dimostrano quanto le strutture ospedaliere siano a rischio in tutta Italia. L'aspetto della sicurezza - spesso in secondo piano, perché quando si parla di ospedali la mente corre subito all'efficienza delle cure e dell'assistenza – è stato uno dei principali problemi che ho sollevato  anche in qualità di vice presidente della Commissione Sanità. 

Oggi, come dimostrano le cronache, è invece  di grande attualità specie dopo l'incendio  che la settimana scorsa si è sviluppato nel seminterrato dell'ospedale 'Ferrari' di Casarano (Le), dove è ubicato il deposito di Sanitaservice.

Un episodio non isolato, perché qualche tempo fa un altro incendio si era verificato nel reparto di Chirurgia plastica dell'ospedale 'Vito Fazzi' di Lecce.

Ma ancora più grave e allarmante è  dato che quasi la totalità degli  ospedali del Salento (fa eccezione solo il Galateo di Lecce) risulta provvisto del Certificato di Prevenzione Incendi. 

Una situazione nota ormai da sei anni, dopo la denuncia pubblica da parte dell'allora direttore generale dell'Asl Lecce Guido Scoditti, ma che viene tuttora sottovalutata. Inascoltato anche il Co. Na. Po., sindacato Autonomo Vigili del Fuoco, che ha più volte sollecitato le istituzioni e il Prefetto di Lecce per intervenire, al fine di prevenire e scongiurare eventuali, possibili tragedie.

Ho più volte incontrato il segretario provinciale di Lecce della Co.Na.Po., Giancarlo Capoccia, e ho capito che non bisogna più perdere tempo.  Per questo motivo, a nome del gruppo dei Conservatori e Riformisti, ho presentato un'interrogazione al presidente Emiliano, anche nella sua qualità di assessore alla Sanità, "per sapere se e come intende intervenire per garantire la messa in sicurezza degli ospedali della provincia di Lecce, in materia di prevenzione degli incendi; se e come l'esecutivo regionale intende provvedere per l'adozione di un presidio fisso di vigilanza dei Vigili del Fuoco, presso gli ospedali della Puglia".

Da operatore sanitario, prima ancora che da consigliere regionale,  ritengo assurdo  che nella sanità pubblica non siano garantiti il rispetto delle normative vigenti, e soprattutto la sicurezza dei cittadini, degli operatori e degli addetti ai lavori.

Bari, 24 novembre 2016



--
www.CorrieredelWeb.it

SALUTE, BALDI (LZ): STRAORDINARI DATI CONCLUSIVI SANIT CARDIO RACE

"Straordinari i dati ufficiali appena usciti di Sanit Cardio Race, la manifestazione svoltasi dal 18 al 20 Novembre scorso. L'evento ha avuto 8000 visitatori, la Cardio Race oltre 2000 partecipanti e iscritti. I controlli effettuati all'interno del Sanit, tutti gratuiti, sono stati oltre 6000 di cui 2500 cardiologici. Fra i giovani visitati, 25 sono stati i casi nei quali i medici volontari hanno riscontrato anomalie. In concreto sono stati evitati 25 drammi potenziali, quei danni che spesso si leggono sui giornali e che sembrano inevitabili, ma che invece con una seria prevenzione si possono scongiurare. L'ho detto nella conferenza stampa fatta al Coni e lo ribadisco: questa iniziativa che ho patrocinato gratuitamente come Regione Lazio, è una delle forme più importanti di prevenzione e senza un euro tirato fuori dalle tasche dei cittadini. Quindi il mio grazie va ad Andrea Costanzo,  Presidente di Sanit, che da 12 anni ha inventato e portato avanti sulle sue spalle tutto questo. E se i risultati sono stati così importanti il mio grazie va anche a Mario Corsi e alla sua trasmissione 'Te la do io tokio' su Centro Suono Sport 101.5, che ci ha affiancato nella diffusione dell'evento in totale amicizia. Radio che dal prossimo anno sarà l'emittente ufficiale di Sanit Cardio Race. E in attesa di Sanit 2017 insieme a tutte le realtà che hanno partecipato continuerò a fare prevenzione e informazione nelle piazze e nelle scuole del Lazio perché la buona politica e la buona sanità esistono davvero." 


Così in una nota Michele Baldi, Capogruppo Lista Civica Nicola Zingaretti al Consiglio Regionale del Lazio.


--
www.CorrieredelWeb.it

Vito De Filippo: "il termalismo italiano è una risorsa importante per la salute e volano produttivo per i territori"

Il Sottosegretario alla Salute, Dott. Vito De Filippo, con delega al termalismo, ha presentato, oggi, al Ministero della Salute, il Documento di Programmazione e Sviluppo 2016-2018  risultato di un complesso lavoro di approfondimento portato a termine dal Tavolo Tecnico Termalismo, insediato il 5 aprile scorso e da lui presieduto, contenente proposte ed ipotesi di attività e progetti da realizzare nonché    provvedimenti normativi necessari per la riforma del settore.

"Partendo dalla definizione di salute dell'OMS intesa non solo come assenza di malattia ma come uno stato di benessere psicofisico generale, - ha dichiarato il Sottosegretario De Filippo - con la  nuova immagine di  termalismo si tratta di passare da una "concezione statica" dello stabilimento termale ad una "concezione dinamica" di percorso termale, nel senso più ampio di wellness  e di educazione verso stili di vita salutari.  In tale quadro, continua il Sottosegretario - va considerato che il settore termale è l'unico che può giovarsi del valore aggiunto dato dall'utilizzo di risorse, strumenti ed esperienze, che rende le prestazioni termali praticabili solo nei centri termali dotati di acque termali appropriate ai trattamenti erogati; viene in tal modo chiarita la distinzione esistente tra la concezione termale tradizionale e quella del benessere".


Il Tavolo Tecnico Termalismo ha effettuato una ricognizione dello stato dell'arte del termalismo nazionale, avvalendosi degli apporti di esperti dei Ministeri  della Salute,  dello Sviluppo Economico,  dei Beni Culturali e del Turismo, delle Regioni, di INPS e INAIL (questi ultimi anche in funzione dei nuovi protocolli di cura che dovranno essere individuati in base a quanto previsto dalla Legge di Stabilità 2016), di Federterme, di ANCOT  nonché  di numerosi docenti universitari ed esperti predisponendo concrete proposte diversificate finalizzate alla innovazione terapeutica e alla ripresa ed al rilancio del patrimonio termale italiano unico delle acque minerali specifiche del territorio.





--
www.CorrieredelWeb.it

Inquinamento WWF: PER SALUTE ED ECOSISTEMI LE VITTIME, RIMUOVERE LE CAUSE IN MODO STRUTTURALE - COMUNICATO WWF SU RAPPORTO AGENZIA EUROPEA AMBIENTE SU SMOG

 
Logo del WWF
WWF Italia
 
FONDAMENTALE TUTELARE E INCREMENTARE RICCHEZZA NATURA IN AREE URBANE

"La lotta all'inquinamento dell'aria deve essere affrontata in modo strutturale e la rimozione delle sue cause deve diventare una priorità delle politiche nazionali e territoriali. Le istituzioni nazionali, regionali e locali hanno ampiamente trascurato il problema negli ultimi anni; ed è dunque necessario agire subito sulle cause e rivedere in senso restrittivo e preventivo i limiti di emissione a livello europeo e nazionale, nonché attuare politiche severe e di sistema a tutti i livelli. E' inoltre fondamentale tutelare ed incrementare la ricchezza della natura nelle aree urbane, vere e proprie "Green infrastructures" capaci, tra l'altro, di intercettare il particolato e di mitigare quindi l'inquinamento e di proteggere le comunità umane dagli effetti devastanti del cambiamento climatico. Le città devono essere sempre più "naturalizzate" e devono essere sempre meno preda di strutture energivore e inquinanti". È questa la reazione del WWF Italia ai dati diffusi oggi dall'Agenzia Ambientale Europea che stima in 467 mila le morti premature in Europa dovute, appunto, all'inquinamento dell'aria, stigmatizzando anche la peggiore qualità della vita dovuta alle malattie che induce.
"L'85% della popolazione urbana è esposta a livelli di particolato fine (PM 2,5) giudicati dannosi, possibile causa o aggravanti di malattie cardiovascolari, asma e cancro ai polmoni; tra gli altri inquinanti, diossido di azoto, benzopirene, biossido di zolfo, monossido di carbonio, metalli tossici e benzene. Gran parte della popolazione europea è esposta ai rischi, e altrettanto lo sono gli ecosistemi: l'impatto dell'inquinamento influenza direttamente la vegetazione, nonché la qualità delle acque e del suolo, nonché dei servizi ecosistemici che sostengono e che sono fondamentali per il nostro benessere e la nostra salute. Occorre quindi affrontare con decisione le cause: traffico, centrali termoelettriche (in primis quelle a carbone), agricoltura, riscaldamento domestico, inceneritori".

"L'aspetto più sorprendente è il fatto che l'Italia si attesti su livelli di inquinamento alto, quasi sempre tra i Paesi peggiori insieme ai paesi dell'Europa orientale, che però utilizzano normative relativamente più recenti, nonché più recalcitranti ad abbandonare produzioni molto inquinanti, come le centrali a carbone. Addirittura, nel nostro Paese le morti premature attribuite al PM2,5 sono ben 66.630, la cifra più elevata in termini assoluti".

Roma, 23 novembre 2016




--
www.CorrieredelWeb.it

mercoledì 23 novembre 2016

Polo Nord Portatile: in un'app tutta la magia del Natale e un aiuto agli ospedali pediatrici

Da quest'anno anche in Italia è possibile ricevere una chiamata o un video messaggio personalizzati da Babbo Natale e aiutare gli ospedali pediatrici


Finalmente è disponibile anche in italiano PNP - Polo Nord Portatile, l'app molto semplice da usare, creata, prodotta e distribuita dall'azienda canadese UGroup Media, che racchiude tutta la magia del Natale e che dal 2008 ha regalato auguri speciali a circa 125 milioni di bambini.

PNP, infatti, è la piattaforma online ufficiale che Babbo Natale e i suoi elfi utilizzano per inviare videomessaggi e chiamate personalizzati ai bambini in tutto il mondo gratuitamente, disponibile in 6 lingue: inglese, francese, spagnolo e dal 2016 anche italiano, tedesco e giapponese. 

Per fare la richiesta basta scaricare l'app gratuita da Apple Store o Google Play, oppure iscriversi sul sito ufficiale www.portablenorthpole.com/it/, inserire qualche informazione sul destinatario e personalizzare lo scenario. 

Il telefono squillerà e quando il bambino andrà a rispondere all'altro capo della cornetta a parlare  sarà Babbo Natale!

Se si preferisce il videomessaggio, è possibile scegliere la versione per bambini o quella per grandi, perché la magia del Natale conquista i bambini di tutte le età! 

Tra gli scenari proposti, i saluti da Babbo Natale nella sua casa, o all'ufficio postale, dove riceve le migliaia di letterine, oppure è possibile visitare la casa di un elfo! 

Tutti i video saranno personalizzati ad hoc per il destinatario, indicando il nome, data di nascita, paese di residenza e, se si vuole, una foto. 

Se, poi, i video auguri vengono fatti recapitare su un dispositivo con video camera, sarà possibile di catturare la reazione del bambino quando guarda il messaggio, immortalando lo stupore e la gioia nei suoi occhi. 

Su richiesta, inoltre, i video possono essere scaricati anche in HD, per conservare questo ricordo speciale.

PNP è disponibile anche nella versione Pemium, che offre un più ampio numero di scenari come, ad esempio, la chiamata in diretta dalla slitta la sera della Vigilia, e ulteriori funzioni. 

Ad esempio, il caro Babbo potrà complimentarsi con il bambino per i suoi risultati scolastici, o, magari, riprenderlo invitandolo ad ubbidire di più ai suoi genitori o a comportarsi meglio. 

Quest'ultima opzione è risultata essere molto apprezzata dalle mamme e dai papà che hanno usufruito del servizio, per la sua valenza educativa. Del resto, quale bambino si sognerebbe mai di contraddire Babbo Natale!

Oltre a rappresentare un filo diretto con il Polo Nord, l'app offre anche mini-game e attività per far divertire i vostri bambini. 

Potrete lasciarli giocare senza timore che scoprano i vostri segreti, poiché la sezione destinata ai messaggi di Babbo Natale è protetta da password, per salvaguardare la magia!

Il buon vecchino e i suoi elfi fedeli non possono, però, dimenticare che il Natale è un po' meno magico per alcuni bambini, per questo PNP ha lanciato il Programma Ospedali Pediatrici Polo Nord Portatile, e per ogni messaggio acquistato devolve parte del ricavato all'ospedale pediatrico più vicino a chi ha effettuato l'acquisto, così da riuscire a sostenere quante più strutture possibile.  

Attualmente gli ospedali che fanno parte del progetto solo più di 40, e le donazioni in loro favore hanno superato i 300 mila dollari americani.

PNP - Polo Nord Portatile sui social network
Facebook: https://www.facebook.com/PNPSANTA
Instagram: www.Instagram.com/PNPSanta_IT
Twitter:  www.Twitter.com/PNPSanta_IT
YouTube: www.Youtube.com/PNPSanta
Apple Store: https://itunes.apple.com/app/pnp-portable-north-pole-2014/id902026228?mt=8
Google Play: https://play.google.com/store/apps/details?id=com.ugroupmedia.pnp14&hl=en


UGroupMedia Inc (UGM), fondata nel 2008, con sede a Montreal, Canada, è specializzata nel rendere magico il Natale per le famiglie di tutto il mondo, creando, distribuendo e pubblicando Polo Nord Portatile. 

PNP offre esperienze digitali personalizzate, fornite tramite applicazioni mobili PoloNordPortatile.com, iOS e Android, televisione, prodotti per consumatori, esperienze in negozio e altro ancora.




--
www.CorrieredelWeb.it

GLIFOSATO: CORTE GIUSTIZIA UE ACCOGLIE RICHIESTA DI GREENPEACE E PAN EUROPE, «TRASPARENZA È VITALE PER DIFESA SALUTE E AMBIENTE»

LUSSEMBURGO/BRUXELLES, 23.11.16 - La Corte di giustizia dell'Unione europea questa mattina ha accolto la richiesta di Greenpeace e del Pesticide Action Network (PAN) Europe stabilendo che i test di sicurezza condotti dalle aziende chimiche per valutare i pericoli dei pesticidi devono essere resi pubblici. Per la Corte di giustizia questi studi rientrano nell'ambito delle "informazioni sulle emissioni nell'ambiente", come definito ai sensi della Convenzione di Aarhus e delle norme Ue che hanno recepito questa Convenzione.

«La sentenza stabilisce che le autorità devono pubblicare tutti gli studi utilizzati per le valutazioni dei rischi dei pesticidi, e non possono tenerli segreti per proteggere gli interessi commerciali delle aziende», spiega Federica Ferrario, responsabile campagna agricoltura di Greenpeace Italia. «In base alla sentenza odierna, sia le autorità europee che quelle nazionali dovranno d'ora in poi rendere pubblici questi studi in automatico, e non solo a seguito di richieste di accesso ai dati. Nelle valutazioni dei rischi dei pesticidi la trasparenza è di vitale importanza, dato che sono a rischio salute e ambiente», conclude Ferrario.

«Il fatto che i test di valutazione sulla sicurezza delle sostanze analizzate siano effettuati dalle stesse aziende che le producono costituisce di per sé un evidente conflitto di interessi», aggiunge Hans Muilerman di PAN Europe. «La pubblicazione dei risultati integrali servirà a verificare se i dati parziali che le aziende hanno fornito originariamente alle autorità corrispondono a ciò che è effettivamente emerso dagli studi», conclude Muilerman.

Greenpeace e PAN Europe chiedono nuovamente che i pareri scientifici dell'EFSA, che sono alla base di norme Ue, facciano riferimento a dati scientifici pubblici, in modo che tutte le valutazioni dell'EFSA possano essere verificate.



--
www.CorrieredelWeb.it

lunedì 21 novembre 2016

Riforma Titolo V e salute: Giustozzi "National Talk con Giulia Grillo del M5S per capire cosa cambierà. Aspettando il premier Renzi".

Dopo il sondaggio Dossetti-Doxa, che ha messo in luce che il 96% degli italiani non sa che la riforma del Titolo V contiene la ridefinizione delle competenze del nostro sistema sanitario, ovvero un aspetto di centrale importanza per la vita di tutti noi, l'Associazione Dossetti ha organizzato a Roma, giovedì 24 Novembre, alle ore 15.30, presso il Palazzo di Santa Chiara al Senato, il National Talk: "Diritto fondamentale alla Tutela della Salute e riforma costituzionale. Renderlo Reale è la vera sfida della riforma del Titolo V della Costituzione". 

All'incontro, aperto a tutti i parlamentari, parteciperà l'Onorevole Giulia Grillo, capogruppo M5S alla Camera, mentre siamo ancora in attesa della conferma da parte del Premier Renzi. 

Ci aspettiamo sinceramente che il Presidente del Consiglio voglia partecipare ad una giornata di dialogo che nasce con l'intenzione di fornire un ambito di autentico confronto sulla modifica dell'art.117, colmando il grave gap disinformativo che vede la gran parte dei cittadini andare a votare praticamente all'oscuro di quello che accadrà. 

L'Associazione culturale "Giuseppe Dossetti: i Valori- Sviluppo e Tutela dei Diritti", che da sempre raccoglie in modo indipendente la voce degli italiani, è convinta che la partita referendaria si giocherà alla fine sui temi legati alla salute e sul modo con cui verranno trattati. 

Sarà questo l'ago della bilancia per molte persone del "popolo del Ni" che ancora resta indeciso sul proprio orientamento di voto, e chi saprà meglio illustrare le ragioni del Sì e del No avrà certamente più chance di vittoria. 


Il segretario nazionale     

Claudio Giustozzi 

 

 

Per accrediti stampa scrivere a:
ufficiostampa@dossetti.it



--
www.CorrieredelWeb.it

A Parma il 25 novembre al via le serate salute e benessere con il cardiologo Massimo Gualerzi e la naturopata Silvia Strozzi

Serate salute e benessere al via il 25 novembre a Parma
Intervengono il cardiologo Massimo Gualerzi e la naturopata Silvia Strozzi



Parma, 21 novembre 2016 - Un'iniziativa dedicata alla salute e al benessere patrocinata dall'Azienda Ospedaliero Universitaria e dalla Provincia di Parma prende il via venerdì 25 novembre alle ore 20.00 all'Antica Cereria di b.go Tanzi,5 a Parma. In tutto sei serate a tema, in cui esperti tra medici specialisti e nutrizionisti verranno intervistati su tematiche diverse, durante una cena, con un menù creato appositamente in base al tema trattato.
Nella prima serata si parlerà di cuore, di stili di vita e corretta alimentazione con il cardiologo Massimo Gualerzi e la naturopata Silvia Strozzi, che saranno intervistati dalla giornalista Francesca Caggiati durante la cena: non solo dal punto di vista cardiovascolare, ma si parlerà di cronobiologia, di acqua, di super cibi, di stili di cottura, dei colori negli alimenti, solo per portare alcuni esempi.
Agli altri momenti di incontro conviviale già fissati in calendario – che sarà presentato ad inizio serata - saranno invitati a partecipare sempre medici specialisti e nutrizionisti e gli argomenti spazieranno dalle intolleranze alimentari ai problemi legati alla pelle.

Per partecipare alla serata del 25 novembre è richiesta la prenotazione al numero 0521 207387. Ulteriori informazioni sull'iniziativa sono disponibili sulla pagina Fb Parma Da Vivere Serata Salute & Benessere: il cuore e i corretti stili di vita” oppure scrivendo a parmadavivere@gmail.com.

sabato 19 novembre 2016

INAUGURATA SANIT CARDIO RACE (18-19-20 Novembre 2016)

Tre giorni di eventi, sport e salute per mettere il cuore al centro di prevenzione e informazione. Taglio del nastro ieri a Roma per la tredicesima edizione di 'Sanit-CardioRace': una full immersion nell'attenzione al proprio benessere, a tutte le eta', dedicata in particolare alla prevenzione delle malattie cardiovascolari.

Nella manifestazione all'Archivio centrale di Stato, inaugurata dal presidente di Sanit, Andrea Costanzo, e dal capogruppo della Lista Zingaretti in consiglio regionale Michele Baldi tra centinaia di studenti delle scuole romane, spazio anche al Villaggio del Benessere che ospitera' diversi convegni a carattere scientifico e incontri con esperti per divulgare l'importanza dei corretti stili di vita.

Per tutti i visitatori la possibilita' di effettuare controlli di prevenzione gratuiti a 360 gradi come elettrocardiogramma, ecoscopia, spirometria, controllo posturale e molti altri.

Non solo: durante i tre giorni dell'iniziativa si svolgeranno uno show cooking con alcuni chef del Gambero Rosso e un contest tra gli istituti alberghieri che si sfideranno nella preparazione di cocktail analcolici e salutistici. Per la scuola vincitrice il premio sara' un defibrillatore di ultima generazione.

"Quando si parla di prevenzione spesso ci si dimentica del cuore", ha spiegato Costanzo, eppure "ne abbiamo solo uno".

E le malattie cardiovascolari sono la prima causa di morte in Italia e in tutta Europa, con un tasso di mortalita' in aumento nel nostro Paese secondo i dati Istat del 2015.

"Tutti devono essere coinvolti nella prevenzione- ha sottolineato Francesco Fedele, primario di Cardiologia del policlinico Umberto I e presidente della Federazione italiana cardiologia- si deve parlare ai ragazzi, ai genitori, ai cittadini per costruire un'interfaccia con medici e specialisti. Per questo il punto d'inizio deve essere l'introduzione dell'elettrocardiogramma nelle scuole, insieme a lezioni di primo soccorso".

Sanit ha ottenuto da subito il sostegno della Regione Lazio, "perche' sulla sanita' ci mettiamo la faccia ed e' la nostra scommessa- ha spiegato Baldi- Il cuore va tutelato con la prevenzione e questa manifestazione e' una delle piu' grandi iniziative gratuite che si potessero mettere in piedi: entrando a Sanit finalmente tanta gente puo' fare prevenzione e informazione per difendere il nostro cuore".

Infine, lo sport. Sanit e' arricchito dalla CardioRace, in programma domenica: sulle strade dell'Eur si correra' la competitiva da 10 km cui si affiancheranno le non competitive da 10, 5 e 3 km, passeggiate per adulti e bambini.

Per informazioni e per consultare tutto il programma:  

www.sanit.org/programma-sanit-cardio-race-2016/



--
www.CorrieredelWeb.it

venerdì 18 novembre 2016

Ministero della Salute: in vigore il Decreto ministeriale 13 ottobre 2016 recante “Disposizioni per l’avvio dello screening neonatale per la diagnosi precoce di malattie metaboliche ereditarie”

Dal 16 novembre 2016 è entrato in vigore il Decreto ministeriale 13 ottobre 2016 recante "Disposizioni per l'avvio dello screening neonatale per la diagnosi precoce di malattie metaboliche ereditarie", pubblicato in Gazzetta Ufficiale (Serie Generale n. 267 del 15-11-2016), che consente di dare avvio allo screening neonatale esteso su tutto il territorio nazionale, con modalità uniformi e di trasferire alle regioni 25 milioni di euro del fondo sanitario nazionale vincolati per tale finalità.

Lo screening neonatale rappresenta uno degli strumenti più avanzati della pediatria preventiva e consente di ottenere, attraverso il prelievo di alcune gocce di sangue del neonato che vengono versate su un apposito cartoncino, di individuare in modo precoce e tempestivo i soggetti a rischio per alcune malattie congenite per le quali sono disponibili trattamenti e terapie in grado di modificare la storia naturale della malattia.

Il Decreto contiene indicazioni su: la lista delle patologie, l'informativa e il consenso, le modalità di raccolta e invio dei campioni, il sistema di screening neonatale con gli elementi della sua organizzazione, regionale o interregionale, deputata a garantire l'intero percorso dello screening neonatale dal test di I livello alla presa in carico del neonato confermato positivo, le modalità di comunicazione e richiamo per la conferma diagnostica e la presa in carico del paziente, le iniziative di formazione e informazione nonché i criteri per la ripartizione dello stanziamento.

In tal modo si assicura la massima uniformità nell'applicazione della diagnosi precoce neonatale sul territorio nazionale, anche per garantire idonei standard qualitativi, ridurre il numero di richiami dei nati esaminati, ottimizzare i tempi di intervento per la presa in carico clinica e favorire l'uso efficiente delle risorse su adeguati bacini di utenza, anche tramite appositi accordi interregionali.

La Legge 167/2016, recante "Disposizioni in materia di accertamenti diagnostici neonatali obbligatori per la prevenzione e la cura delle malattie metaboliche ereditarie", entrata in vigore il 15 settembre 2016, consente di fare un ulteriore passo avanti in quanto prevede l'inserimento dello SNE nei nuovi Livelli Essenziali di Assistenza così da poterlo garantire a tutti i nuovi nati. 

Appena entrerà in vigore il DPCM dei nuovi LEA, il sistema screening dalla fase sperimentale andrà a regime grazie alla Legge 167/2016 che prevede l'obbligatorietà dello SNE su tutto il territorio nazionale, con le modalità definite dal DM 13 ottobre 2016.


--
www.CorrieredelWeb.it

giovedì 17 novembre 2016

SALUTE: Da oggi Roma sarà capitale per le Cure Palliative Pediatriche con il Congresso Mondiale organizzato dalla Onlus Fondazione Maruzza - Massimi esperti del settore e lo chef Alajmo

FONDAZIONE MARUZZA LEFEBVRE D'OVIDIO ONLUS PER LE CURE PALLIATIVE PEDIATRICHE

All'Auditorium Antonianum il 3° Congresso Mondiale organizzato dalla Fondazione Maruzza

DAL 16 AL 19 NOVEMBRE ROMA È LA CAPITALE PER LE CURE PALLIATIVE PEDIATRICHE

All'incontro i massimi esperti del settore si confronteranno su cure e qualità di vita. 

Lo chef Alajmo mostrerà l'importanza della preparazione dei cibi per i bambini affetti da malattia inguaribile.

Dal 16 al 19 novembre Roma diventa la Capitale mondiale per le Cure palliative pediatriche

Presso l'Auditorium Antonianum si terrà infatti la terza edizione del Congresso di cure palliative pediatriche, organizzato dalla Fondazione Maruzza Lefebvre D'Ovidio Onlus

Un incontro mondiale che coinvolge i più grandi professionisti che si dedicano ai bambini gravemente malati, un convegno internazionale per stimolare la condivisione di conoscenze ed esperienze e approfondire problematiche attuali sulle nuove prospettive di cura e di ricerca nell'ambito delle cure palliative per i bambini e le loro famiglie. 

Il tema scelto per questa edizione è "Qualità attraverso la cura integrata"

Gli obiettivi del congresso sono quelli di accrescere la consapevolezza dell'importanza delle cure palliative pediatriche, migliorare lo sviluppo professionale e fornire un'opportunità di networking. 

Tra gli appuntamenti più particolari e scenografici il 17 novembre, alle ore 8.30, lo chef Massimiliano Alajmo che insieme al Dott. Defendente Mauro Febbrari (endocrinologo, esperto di salute e nutrizione) mostrerà alcune tecniche fondamentali per la fruizione del cibo destinato a bambini affetti da patologie inguaribili che spesso non conoscono alcuni gusti e non  possono masticare. 

Inoltre Alajmo delizierà tutti i partecipanti al Congresso con un composto, inserito e distribuito all'interno dei biberon, che ricorderà i sapori dell'infanzia; un momento per condividere e fare esperienza sull'importanza del cibo. 

Alla cerimonia d'apertura, il 16 novembre alle 18, saranno presenti tutti gli esperti mondiali del settore che da anni si dedicano a divulgare e migliorare le conoscenze sulle cure palliative in ambito pediatrico, tra cui Franca Benini, Presidente di questo Congresso e Responsabile dell'Hospice Pediatrico di Padova, che da più di 20 anni è attiva nelle cure palliative ed è riconosciuta come personalità di riferimento in questo campo in Italia e all'estero, e Joanne Wolfe, professoressa di Pediatria presso l'Harvard Medical School e membro del Cancer Care Delivery Research, che interverrà con una conferenza dal titolo "Il significato della cura integrata", individuando i bisogni dei bambini malati di cancro che hanno una malattia life-limiting e il modo per supportare al meglio le loro famiglie. 

Inoltre verrà presentato il premio "No Pain for Children" per i migliori giovani (under 35) ricercatori. 

A conclusione del congresso, il 19 novembre alle ore 8.30 Paolo Petrocelli, Fondatore e Presidente di EMMA for Peace (Euro-Mediterranean  Music Academy), organizzazione internazionale no-profit per la promozione della diplomazia musicale tra Europa e Medio Oriente, interverrà nella Gaining Session  - "Music cares about you" a proposito del ruolo fondamentale della musica come strumento fondamentale di sostegno e conforto anche in situazioni di  malattia e sofferenza.

Da oltre un decennio la Fondazione Maruzza Lefebvre D'Ovidio Onlus ha operato a livello nazionale ed internazionale per il miglioramento e la riorganizzazione delle pratiche di cure palliative per neonati, bambini e adolescenti. 

L'evento, giunto alla sua terza Edizione, è considerato il più importante appuntamento in questo campo.

Negli ultimi anni, i Paesi sviluppati hanno visto un incremento nella prevalenza delle malattie inguaribili e della disabilità. 

I progressi medici e tecnologici hanno permesso di ridurre il tasso di mortalità infantile e, nel contempo, hanno migliorato la sopravvivenza dei bambini affetti da patologie severe e potenzialmente letali, non sempre però garantendone la qualità di vita.

"Sia che la vita di un bambino sia lunga un giorno sia che duri svariati anni – spiega Silvia Lefebvre D'Ovidio di Fondazione Maruzza – è importante che al bambino sia garantita la miglior qualità di vita possibile".

Al fine di migliorare la salute e la qualità di vita dei bambini (e delle loro famiglie) affetti da malattie inguaribili è necessario un profondo ripensamento di come vengono erogati i servizi sanitari e assistenziali e, in questo contesto, le cure palliative sono la soluzione più appropriata.

La Lingua ufficiale del Congresso è l'Inglese con traduzione simultanea in Italiano


--
www.CorrieredelWeb.it

YOGA lancia sul mercato tre nuovi succhi "della salute"

100% Corposa di Bosco, Selvatica al Mirtillo e Fresca al Pomodoro

DA YOGA TRE NUOVI SUCCHI A TUTTA SALUTE


La mini gamma di speciali novità che si rivolgono al target adulto è proposta nel comodo formato in vetro da 125ml con il tappo twist-off richiudibile



Bologna, 17 novembre 2016 – Star bene è una condizione che ogni giorno va "alimentata" con tutto quanto la natura mette a nostra disposizione. 

Il benessere quotidiano è sempre più correlato ad uno stile di vita fondato su un'alimentazione naturale che ha nella frutta e negli ortaggi alleati preziosissimi e insostituibili.

Yoga – riconosciuta come marca leader nei succhi di frutta – sa che salute e senso di benessere globale rappresentano oggigiorno due delle aspirazioni più diffuse tra i consumatori, soprattutto nel target adulto.

A questa fascia di consumatori, Yoga dedica quindi una nuova e speciale mini gamma di 3 succhi in vetro da 125 ml – Selvatica al Mirtillo, Fresca al Pomodoro, 100% Corposa di Bosco – con tanta frutta e verdura di prima qualità, con la grande comodità del tappo twist-off richiudibile e con una grafica innovativa e accattivante del cluster 6x125 ml.

• Selvatica al Mirtillo  ogni bottiglia contiene oltre 200 mirtilli selvatici, in una ricetta ancor più ricca ed esclusiva che offre tutto il benessere e le proprietà dei mirtilli selvatici (hanno effetti antiossidanti e sono ricchi di vitamine C e fibre)

• Fresca al Pomodoro – in ogni bottiglia sono presenti circa 2 pomodori rigorosamente italiani per un apporto quanto mai prezioso di vitamine e sali minerali

• 100% Corposa di Bosco – ogni bottiglia contiene circa 1 mela, 11 acini di uva, mezza fragola, 13 bacche di ribes, due lamponi e due mirtilli; un mix al 100% di frutti rossi, gradevoli e funzionali, che offre un concentrato molto importante di salute pronta da bere e gustare.


--

Disclaimer

Il CorrieredelWeb.it è un periodico telematico nato sul finire dell’Anno Duemila su iniziativa di Andrea Pietrarota, sociologo della comunicazione, public reporter, e giornalista pubblicista, insignito dell’onorificenza del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana.

Il magazine non ha fini di lucro e i contenuti vengono prodotti al di fuori delle tradizionali Industrie dell'Editoria o dell'Intrattenimento, coinvolgendo ogni settore della Società dell'Informazione, fino a giungere agli stessi utilizzatori di Internet, che così divengono contemporaneamente produttori e fruitori delle informazioni diffuse in Rete.

Da qui l’ambizione ad essere una piena espressione dell'Art. 21 della Costituzione Italiana.

Il CorrieredelWeb.it oggi è un allegato della Testata Registrata AlternativaSostenibile.it iscritta al n. 1088 del Registro della Stampa del Tribunale di Lecce il 15/04/2011 (Direttore Responsabile: Andrea Pietrarota).

Tuttavia, non avendo una periodicità predefinita non è da considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n.62 del 07/03/2001.

L’autore non ha alcuna responsabilità per quanto riguarda qualità e correttezza dei contenuti inseriti da terze persone, ma si riserva la facoltà di rimuovere prontamente contenuti protetti da copyright o ritenuti offensivi, lesivi o contrari al buon costume.

Le immagini e foto pubblicate sono in larga parte strettamente collegate agli argomenti e alle istituzioni o imprese di cui si scrive.

Alcune fotografie possono provenire da Internet, e quindi essere state valutate di pubblico dominio.

Eventuali detentori di diritti d'autore non avranno che da segnalarlo via email alla redazione, che provvederà all'immediata rimozione oppure alla citazione della fonte, a seconda di quanto richiesto.

Viceversa, sostenendo una politica volta alla libera circolazione di ogni informazione e divulgazione della Conoscenza, ogni articolo pubblicato sul CorrieredelWeb.it, pur tutelato dal diritto d'autore, può essere ripubblicato citando la legittima fonte e questa testata secondo quanto previsto dalla licenza Creative Common.
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons

Per contattare la redazione basta scrivere un messaggio nell'apposito modulo di contatto, posizionato in fondo a questa pagina.